BREVETTI: dal 4 dicembre 2017 in vigore il sistema ePCT per il deposito telematico delle domande internazionali

Dal  4 dicembre 2017 può essere effettuato il deposito telematico delle domande internazionali di brevetto presso l’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi (UIBM) nella sua qualità di ufficio ricevente, tramite il sistema elettronico denominato ePCT, messo a disposizione dall'OMPI (Organizzazione Mondiale della Proprietà intellettuale).
Il nuovo sistema telematico consentirà all'utenza italiana di:
- depositare la domanda di brevetto da casa o ufficio, in qualsiasi momento (il sistema è attivo h24),
- vedersi attribuire immediatamente la data internazionale di deposito,
- ridurre i costi risparmiando il pagamento della tassa di deposito (di 183,00 euro),
- richiedere all'UIBM, quale Ufficio Ricevente, di preparare e trasmettere i documenti di priorità, previo assolvimento dell'imposta di bollo,
- comunicare con l'Ufficio in maniera più rapida ed efficiente,
- accedere a tutti i servizi telematici post-filing del portale ePCT.
Gli utenti che effettuano il deposito di domande internazionali rivendicando la priorità di una domanda italiana depositata da oltre 90 giorni (art. 198, D.Lgs. n. 30/2005 – Codice della Proprietà Industriale e art. 8, D.Lgs. n. 33/2010 – Regolamento di attuazione) avranno la possibilità di scegliere se effettuare il deposito telematico tramite ePCT oppure il deposito cartaceo.  Invece, nei casi di primo deposito di domande internazionali oppure qualora la priorità rivendicata appartenga ad una domanda italiana depositata fino a 90 giorni prima sarà necessario effettuare il deposito in modalità cartacea.
Il sistema ePCT è operativo tutti i giorni h24. L’accesso al sistema consente di preparare la domanda internazionale di brevetto e di effettuarne il deposito. Per utilizzare la piattaforma l’utente deve poter accedere tramite browser internet al link https://pct.wipo.int/.
La piattaforma ePCT calcola automaticamente l’importo dovuto per le tasse ed è stata prevista dall’OMPI una riduzione dell’importo della tassa internazionale per gli utenti che effettuano il deposito on-line. L’utilizzo del sistema di deposito telematico non modifica l’obbligo a versare all’Ufficio Ricevente italiano la tassa di trasmissione dovuta. Le modalità di pagamento restano invariate: la tassa di trasmissione viene versata tramite modello F24 con elementi identificativi, le tasse di deposito internazionale e di ricerca vengono pagate con un bonifico bancario unico direttamente su un conto intestato al WIPO. 
Valuta le informazioni della pagina
Ultimo aggiornamento: 23/01/18

Cerca nel sito

Crescere in digitale
Punto Impresa Digitale P.I.D.
Certificati e visure on line
Start-up

Indice ISTAT

(Famiglie Operai e Impiegati)
Indice settembre 2018: 102,4
Variazione annuale
(2017/2018): +1,3%
Variazione biennale
(2016/2018): +2,4%
ENTRA

Servizi Innovativi e on line

Altri servizi

Reggio Emilia: economia e territorio
Video di presentazione

Verifiche PA