30 NOVEMBRE: TERMINE PER IL VERSAMENTO DELL’INTEGRAZIONE

  • Condividi:
Per poter visualizzare i widget, occorre prima accettare i "social cookies"

Le imprese che hanno effettuato il pagamento per l’anno 2017 senza il previsto aumento dovranno conguagliare esclusivamente la differenza

Il 30 novembre è il termine stabilito per il versamento dell’integrazione dovuta sul diritto annuale 2017.

Le imprese che hanno effettuato il pagamento per l’anno 2017 senza il previsto aumento dovranno conguagliare esclusivamente la differenza, senza applicazione di alcuna sanzione,  entro il 30 novembre (ovvero in occasione del secondo acconto delle imposte).

 La possibilità di effettuare il  conguaglio a completamento del diritto annuale complessivamente dovuto per il 2017, non deve comunque essere intesa come proroga dei termini di versamento.
Pertanto le imprese che hanno omesso il versamento del diritto annuale 2017 possono regolarizzare la posizione ricorrendo al ravvedimento operoso, cioè effettuando il versamento contestuale del diritto non versato, degli interessi al tasso legale e della sanzione ridotta entro un anno dalla scadenza ordinaria 
 E' sempre conveniente per l’impresa effettuare il ravvedimento, in quanto evita la successiva irrogazione di una sanzione con cartella esattoriale.

Valuta le informazioni della pagina
Ultimo aggiornamento: 14/11/17

Cerca nel sito

Crescere in digitale
Crescere Imprenditori
Certificati e visure on line
Start-up

Indice ISTAT

(Famiglie Operai e Impiegati)
Indice OTTOBRE 2017: 100,9
Variazione annuale
(2016/2017): +0,9%
Variazione biennale
(2015/2017): +0,8%
ENTRA

Servizi Innovativi e on line

Altri servizi

Reggio Emilia: economia e territorio
Video di presentazione

Verifiche PA