Importanti opportunità per gli investitori esteri

Operative le nuove misure di attrazione degli investimenti extra UE

E’ stato infatti emanato il decreto 21 luglio 2017, in attuazione a quanto previsto dall’art. 26 bis del decreto legislativo 25 luglio 1998 n. 286 (Testo Unico sull’immigrazione) ed introdotto dall’art. 1 comma 148 della legge 11 dicembre 2016 (legge di bilancio 2017).
Il citato articolo 26-bis, per favorire l’attrazione di risorse finanziarie nel territorio italiano, introduce una nuova tipologia di visto d’ingresso in Italia, rivolta ad investitori cittadini di Paesi non membri dell’Unione Europea, al di fuori delle quote annuali disciplinate dal Testo Unico sull’immigrazione: il rilascio del visto (e del relativo permesso di soggiorno) è subordinato alla verifica della realizzazione di un investimento in titoli di Stato italiani per almeno 2 milioni di euro, con obbligo di durata dell’investimento per un periodo non inferiore ai 2 anni, oppure di un investimento per almeno 1 milione di euro nel capitale di un’impresa italiana  o in quello di una start-up innovativa per almeno 500mila euro, sempre per una durata minima di 2 anni, oppure una donazione filantropica significativa in un settore d’interesse per l’economia italiana, per un importo non inferiore ad 1 milione di euro.
Il decreto 21 luglio 2017 è pertanto volto a definire chiaramente la procedura per l’accertamento dei requisiti di legge per l’ingresso ed il soggiorno degli investitori esteri che intendono effettuare una delle attività sopracitate, ed a tal fine istituisce un Comitato coordinato dal Ministero dello Sviluppo Economico, che opera in collaborazione con il Ministero dell’Interno per il coordinamento con le Prefetture e le Questure, con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale per il coordinamento con le rappresentanze diplomatico-consolari, con il Ministero degli Affari Esteri per la promozione internazionale del visto investitori e con l’Agenzia delle Entrate, che assicura il coordinamento tra le procedure oggetto del provvedimento e quelle previste dal Testo Unico per l’Immigrazione. A breve sarà disponibile un manuale, redatto dal Comitato, comprendente i moduli per le istanze e la documentazione correlata.
Valuta le informazioni della pagina
Ultimo aggiornamento: 20/09/17

Cerca nel sito

Crescere in digitale
Crescere Imprenditori
Certificati e visure on line
Start-up

Indice ISTAT

(Famiglie Operai e Impiegati)
Indice AGOSTO 2017: 101,4
Variazione annuale
(2016/2017): +1,2%
Variazione biennale
(2015/2017): +1,1%
ENTRA

Servizi Innovativi e on line

Altri servizi

Reggio Emilia: economia e territorio
Video di presentazione

Fatturazione Elettronica
Verifiche PA