Salta al contenuto

Camera arbitrale - procedure di nomina di arbitri da parte del Presidente per procedure non amministrate

Accedere al servizio

Come si fa

Nomina di arbitri da parte del Presidente
Per la richieste di nomina di Arbitri, a cura del Presidente della Camera di commercio, con riferimento ad arbitrati non amministrati qualora la clausola compromissoria lo preveda l’istanza  obbligatoriamente deve essere  firmata digitalmente e trasmessa attraverso la Posta Elettronica Certificata.

Per il versamento dell’imposta di bollo il soggetto (parte/avvocato) che invierà l’atto telematico dovrà dichiarare sull'atto, domanda o memoria per le quali non è prevista specifica modulistica, i riferimenti identificativi delle marche da bollo apposte sull'atto, che rimane in possesso della parte, inserendo, pertanto, i dati secono il presente schema:

- Applicare la Marca da bollo da 16,00 €  sulla copia dell’atto conservata dalla parte
Riportare i dati reperibili sulla marca da bollo:

Data emissione marca da bollo:

 

Identificativo marca da bollo:

 

Costi e vincoli

Costi

Modalità di assolvimento del bollo per istanze e memorie nelle procedure di arbitrato:
Tutti gli atti ed i provvedimenti arbitrali sono soggetti all’imposta di bollo (€ 16,00 per ogni foglio uso bollo di quattro facciate oppure ogni 100 righe) ai sensi del DPR 26/10/1972 n.642 e successive modifiche.

Spese amministrative per procedimenti esterni € 30 + IVA Modalità per il versamento dei diritti di segreteria

Ulteriori informazioni

Dimensioni della PEC:
La casella PEC della Camera di Commercio (cciaa@re.legalmail.camcom.it ) riceve regolarmente invii di dimensioni fino a 35Mb, quindi per invii di maggiori dimensioni è necessario "frazionare" l'invio.

Ultimo aggiornamento

15-03-2022 15:03

Questa pagina ti è stata utile?